In parole povere

In Parole Povere
14 febbraio 2021

VI Domenica del tempo ordinario – Anno B Mc 1,40-45

In quel tempo, venne da Gesù un lebbroso, che lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi purificarmi!». Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!». E subito la lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato. E, ammonendolo severamente, lo cacciò via subito e gli disse: «Guarda di non dire niente a nessuno; va’, invece, a mostrarti al sacerdote e offri per la tua purificazione quello che Mosè ha prescritto, come testimonianza per loro». Ma quello si allontanò e si mise a proclamare e a divulgare il fatto, tanto che Gesù non poteva più entrare pubblicamente in una città, ma rimaneva fuori, in luoghi deserti; e venivano a lui da ogni parte.

“In questa nuova domenica Gesù continua a guarire, stavolta un lebbroso, un uomo che proprio per la sua malattia era messo da parte dalla vita del tempio, dalla città, dalle relazioni, era contagioso e non poteva prendere parte a nulla. Eppure ha coraggio di farsi prossimo a Gesù con una preghiera densa di emozioni: la malattia lo rendeva ancora più solo, assetato di vicinanza, assetato di un contatto, con il desiderio di poter tornare ad essere puro, tanto da gettarsi ai piedi di Gesù e metter fuori la sua disperazione: ” se vuoi, puoi purificarmi!”. Subito dopo Gesù, ci dice il Vangelo, “ne ebbe compassione- tese la mano- lo toccò- e gli disse” : una sequenza (sentì che l’incontro con quell’uomo lo scosse nel profondo-si fece prossimo fino a toccarlo-e solo all’ultimo riuscì a parlare) che lo smosse da dentro, dal profondo, fino a rendere quella supplica un risollevare ed un riconsegnare la vita al lebbroso. Quell’uomo ha messo tutto quello che aveva: il suo desiderio di vita, la sua malattia, la sua solitudine, le sue lacrime, le sue ferite nelle mani di Gesù di un Uomo che guariva molti e che si faceva vicino a molti. Entra nella loro vita quando permettono di essere guardati con amore, toccati e risollevati. Permettiamo al Signore di guardarci in modo benevolo, senza vergogna…e senza andar molto lontano, il Signore ci si fa vicino attraverso i volti, le mani tese, le parole di chi ci è accanto, attraverso la Parola quotidiana, l’ Eucarestia, il sacramento della riconciliazione, la preghiera. Il tempo di quaresima, ormai prossimo in fondo è un rinnovare quell’Incontro che ci fa fare spazio dentro di noi e ci ri-porta a vita nuova con Lui.” Una buona settimana .”

— suor Dorina

7 febbraio 2021
V domenica del tempo ordinario – Anno B
Mc 11,29-39


In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, subito andò nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva. Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano affetti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano. Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui si misero sulle sue tracce. Lo trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!».
E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.


“Oggi Gesù guarisce la suocera di Pietro e molti altri che si avvicinavano a Lui, ma la mia preghiera si è soffermata sull’ Annuncio: Gesù cammina annunciando e camminando la sua vita parla di Vita Nuova. Guarisce incontrando le persone in modo nuovo: ridona vita entrando nella loro vita proprio lì dove si era fermata. Un invito a lasciar entrare lì dove la nostra vita s’incaglia il Signore e così poter ringraziare e annunciare, alcune volte senza troppe parole, che un Incontro ci ha rimesso in cammino!! Una buona settimana.”
suor Dorina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: